Il video virale del ragazzo che picchia un coetaneo perchè gay non è un caso di omofobia. Ecco perché

Uno dei video più virali delle ultime ore mostra un ragazzo che viene colpito da un suo coetaneo con un violento pugno, il quale provoca anche il sanguinamento della vittima. Il mini filmato, che dura meno di 20 secondi, è diventato virale a inizio settimana. Si tratta, ovviamente, di fatti realmente accaduti. Quello che è totalmente falso, stando alle dichiarazioni dei protagonisti, è il motivo dell’aggressione indicato da molti utenti nelle prime ore di diffusione delle immagini.

loading…
Il video virale del ragazzo che picchia un coetaneo perchè gay non è un caso di omofobia. Ecco perché

Inizialmente si pensava che fosse un’aggressione a sfondo omofobo. La realtà è diversa: in primis il ragazzo aggredito non sarebbe gay. E poi il pugile non l’avrebbe colpito, per l’appunto, semplicemente per disprezzo del suo orientamento sessuale: tra i due ci sarebbero state delle vecchie ruggini. Che, sempre stando a quanto dichiara l’aggressore, sarebbero state addirittura legate a una ragazza contesa.

E, ciliegina sulla torta, i due ragazzi qualche tempo dopo l’accaduto hanno fatto pace e sono tornati amici come prima. Parliamo al passato perché c’è un altro dettaglio fondamentale: il video risale a luglio. Non si sa ancora in che modo e soprattutto perché qualcuno abbia deciso di “ripescarlo” e pubblicarlo sul web a tre mesi di distanza. Il ragazzo colpito dal pugno, tra le altre cose, è minorenne e per tale motivo la versione non censurata del video viola le leggi esistenti in materia di privacy.
Una pagina Facebook dal nome “Nxwss” è riuscita a raggiungere entrambi i protagonisti della vicenda. In primis ha intervistato l’aggressore, che ha spiegato come i motivi del pugno al suo coetaneo fossero diversi: “Non sapevo nulla del video. Non sapevo nemmeno che mi qualcuno mi stesse riprendendo. Non è vero che si tratta di omofobia. Io so di aver sbagliato, sono un cogl**ne”.
“Il video è di luglio – prosegue il ragazzo – ho reagito male per fatti personali, non perché lui è gay. Non potrei mai aggredire un ragazzo gay per questo motivo. Il mio migliore amico è omosessuale. Con il ragazzo del video ho fatto pace, sono suo amico. Ho sbagliato, lo ripeto”. Anche la vittima ha parlato con la redazione del sito, confermando in sostanza quanto detto dall’altro.

“Ci sono state alcune incomprensioni. Non sono gay, non è vero che mi hanno picchiato per quel motivo. Sono etero e felicemente fidanzato con la mia ragazza”. Alla luce di tutto ciò, la Polizia Postale è impegnata a capire chi ha registrato il video e soprattutto chi l’ha pubblicata sul web fornendo in didascalia una versione lontana dalla realtà. Molti, infine, sono preoccupati dal fatto che nessuno sia intervenuto per difendere il ragazzo.


Il video virale del ragazzo che picchia un coetaneo perchè gay non è un caso di omofobia. Ecco perché

Fonte Fidelity house

https://news.fidelityhouse.eu/notizie-curiose/il-video-virale-del-ragazzo-che-picchia-un-coetaneo-perche-gay-non-e-un-caso-di-omofobia-ecco-perche-438971.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *